Ritardo

Gentili dottori, vorrei, per quanto possibile, un parere in merito allo (snervante) ritardo che sto avendo questo mese. Ho assunto per circa due anni la pillola, che ho scelto di sospendere nel mese di agosto per una serie di (antipatici) effetti collaterali. Da allora, le mestruazioni si sono presentate con una certa regolarità, fino all'ultima, giorno 9/10. Nella prima metà del mese di ottobre ho avuto una brutta influenza e un periodo di stress, ma non ricordo con esattezza quando. Ricordo invece di aver avuto difficoltà a riconoscere il periodo dell'ovulazione (cosa in genere non problematica, per me, in quanto comporta leggeri fastidi) e di aver avuto due rapporti protetti con preservativo, sin dall'inizio, giorno 5 e 6 novembre. Ad oggi, 14/11, non c'è traccia di mestruazioni, ma in compenso ho un vasto campionario di malesseri che vanno dai crampi al basso ventre alla tensione mammaria, passando da uno stato di incredibile spossatezza simile a quello influenzale. Probabilmente dovrò attendere la visita con la mia ginecologa, ma vi sarei davvero lieta se mi poteste dire a cosa potrebbe essere dovuto questo ritardo e questo notevole malessere, perché temo che più che un "banale" stress, la causa possa essere la sospensione della pillola, che già aveva causato problemi durante l'assunzione, specialmente durante gli ultimi mesi (sbalzi di umore, stati d'ansia, mal di testa, aumento incredibile del colesterolo...solo per citarne alcuni). Grazie per l'attenzione. D.

Risposta:

Un ritardo puo´ avere tante cause, inclusa una gravidanza, che lei pare escludere. I disturbi di cui porla sono molto aspecifici ed e´ diifficile attribuirli alla sospensione della pillola. Farei comunque un prelievo di sangue per dosare l´HCG beta e poi parlerei con il ginecologo.

Risposta inviata da: Emilio Arisi