Un pieno di ferro contro la sindrome premestruale

Roma, 14 marzo 2017 – Gonfiore, seni doloranti, dolori diffusi, senso generale di malessere. La maggior parte delle donne conosce bene i campanelli che annunciano l’arrivo del ciclo. Un destino a cui non si può sfuggire? Secondo alcuni ricercatori dell’University of Massachusetts la riposta è no. La presenza e l’intensità dei sintomi della sindrome premestruale potrebbe essere connessa alla quantità di ferro che si assume con l’alimentazione. In uno studio, pubblicato sull’American Journal of Epidemiology, il team di ricercatori americani ha infatti mostrato che le donne abituate a fare una dieta ricca di questo minerale mostravano una riduzione del 30-40% del rischio di ritrovarsi a fare i conti con i fastidi che precedono il ciclo. Via libera dunque agli alimenti che sono ricchi del minerale a cominciare da legumi, frutta secca, vegetali in generale, cereali da prima colazione arricchiti. E, se non basta, aggiungono i ricercatori, anche gli integratori possono essere utili.